Richiedi informazioni

Richiedi informazioni

Cliccando su "invia richiesta" confermo di aver preso visione delle condizioni di trattamento dei dati personali

Messaggio inviato correttamente.

A breve verrà contattato.

Grazie.

Proroga Tax Credit per alberghi e agriturismi

E' arrivata la proroga per godere del credito d'imposta, stabilito dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo in misura del 65% delle spese sostenute. L'istanza va presentata online.

Pubblicato il 20/02/2018 in Alberghi
image

La proroga

Proroga, dal 19 alle 14 del 22 febbraio, dei termini temporali per presentare l'istanza per il cosiddetto Tax Credit sulle ristrutturazioni di hotel e agriturismi. Lo slittamento, voluto dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, è stato deciso per garantire l'adeguato supporto tecnico-amministrativo a tutti i richiedenti.

Si ricorda che l'istanza dev'essere presentata esclusivamente online insieme all'attestazione di effettività delle spese sostenute, tramite il Portale dei Procedimenti.

L'invio delle istanze, click day, potranno essere inviate dalle 10 del 26 alle 16 del 27 febbraio.

Si ricorda, inoltre, che per problemi riguardanti aspetti tecnici o informatici è attiva la mail: procedimenti@beniculturali.it

In cosa consiste il Tax Credit

Alberghi e agriturismi possono godere del credito d’imposta fino al 65% delle spese di riqualificazione delle strutture ricettive, già esistenti al 1° gennaio 2012, sostenute tra il 1° gennaio 2017 e il 31 dicembre 2018.

Quali sono le tipologie di interventi ammissibili al credito d’imposta

  • Gli interventi di manutenzione edilizia straordianaria; di restauro e di risanamento conservativo
  • Le opere e le modifiche utili a rinnovare e sostituire parti, anche strutturali, degli edifici;
  • Le opere per realizzare e integrare i servizi igienico
  • Gli interventi di abbattimenti delle barriere architettoniche
  • Le opere di miglioramento dell’efficienza energetica
  • Le spese di acquisto dei beni mobili e componenti d’arredo ad uso esclusivo delle strutture ricettive
  • Gli interventi di sostituzione integrale o parziale di impianti di climatizzazione
  • Le opere volte all’adozione di misure antisismiche e per la messa in sicurezza statica
  • Il rifacimento o la sostituzione di cucine e attrezzature professionali per la ristorazione e apparecchiature varie di cottura, forni, armadi frigoriferi e congelatori
  • Pavimentazioni di sicurezza, arredi e strumentazioni per la convegnistica, attrezzature per parchi giochi e attrezzature sportive pertinenziali
  • Arredi e strumentazioni per la realizzazione di centri benessere ubicati all’interno delle strutture ricettive

A chi può essere concessa la Tax Credit e in che misura economica

Gli unici a poterne godere sono le imprese alberghiere e gli agriturismi esistenti alla data del 1° gennaio 2012.

Il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 65% delle spese sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2018.

L’agevolazione è concessa fino all’importo massimo di 200 mila euro.

Tags: Alberghi