Software dati sensibili e riservati

Software dati sensibili e riservati

Obblighi normativi per le aziende

Il 1° gennaio 2006 è entrata in vigore le norme della legge sulla Privacy (D.Lg. 196/2003) che impongono a chiunque tratti dati personali, di redigere il Documento Programmatico sulla Sicurezza (D.P.S.) contenente, tra l'altro, le misure adottate per garantire l'integrità e la disponibilità dei dati da ogni rischio di evento dannoso, compreso quindi furto e incendio.

Richiedi informazioni

Richiedi informazioni

Cliccando su "invia richiesta" confermo di aver preso visione delle condizioni di trattamento dei dati personali

Messaggio inviato correttamente.

A breve verrà contattato.

Grazie.

Caratteristiche generali

 

La nuova normativa (art. 31 del D.Lg. 196/2003) prevede che i dati personali siano custoditi utilizzando tutti gli strumenti messi a disposizione dal progresso tecnico. Le sanzioni in caso di inottemperanza sono molto severe.

 

L'obbligo di una seria prevenzione

Anche la tua azienda ha necessità di mettere in sicurezza i dati di back up dell'archivio, e tutti i documenti sensibili.

 

Armadi di sicurezza e contenutori ignifughi

Dylog, grazie all'accordo stretto con Bordogna s.p.a., società leader nel campo della sicurezza, vi offre un assortimento di Armadi di sicurezza e Contenitori ignifughi certificati selezionati per rispondere alle esigenze della tua azienda leader del mercato per qualità e sicurezza.

Gli armadi ignifughi Bordogna rispettano la norma UNI 1047-1: 1999 che sancisce le caratteristiche tecniche degli armadi adibiti a contenitori di unità dati, con riferimento alla resistenza al fuoco, all'acqua, ai gas, ecc.

Gli armadi ignifughi per documenti cartacei, pertanto, attraverso i test di resistenza denominati VDMA 24991, potranno avere la classificazione S 60 P o S 120 P a seconda se saranno in grado di resistere per un'ora o per due ore alla temperatura di 1093 °C.

Lo stesso test VDMA 24991 consente di classificare anche gli armadi per la conservazione di supporti magnetici, con la denominazione S 60 DIS e S 120 DIS, sempre a seconda che siano in grado di resistere per una o due ore.

La norma UNI EN 1143-1:2003, invece, stabilisce le caratteristiche tecniche antiscasso per le cassaforti, con l'ottenimento della certificazione Euro Vds, con sei classi di resistenza.

Compila il form!