Richiedi informazioni

Richiedi informazioni


  Dichiaro di aver preso visione delle condizioni sul trattamento dei dati personali ed esprimo il consenso a ricevere informazioni commerciali.

Messaggio inviato correttamente.

A breve verrà contattato.

Grazie.

NSO: proroga dei termini

L’entrata in vigore dell’obbligo di emissione ordini elettronici, precedentemente prevista per il 1° Ottobre 2019, sarà prorogata.

Pubblicato il 26/09/2019
image

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in accordo con le Regioni e le Associazioni di Categoria, ha reso noto che la data di entrata in vigore dell’obbligo di emissione ordini elettronici (prevista per 1° Ottobre 2019) tramite la piattaforma NSO, sarà prorogata.
Seppur questa indicazione non sia stata formalizzata, le nuove date di entrata in vigore, in linea di massima, dovrebbero essere:

  • per i Beni (compresi i Dispositivi Medici), la proroga e dunque l’obbligatorietà scatterà tra circa 5 mesi. Da quella data, per un ulteriore anno, l’emissione dell’ordine non sarà legata all’obbligatorietà della liquidazione fatture da parte degli enti (sospensione applicazione art. 3 comma 4 del DM 7/12/18.)
  • per i Servizi (compresi i Dispositivi Medici), la proroga e dunque l’obbligatorietà scatterà tra circa 1 anno. Da quella data, per un ulteriore anno, l’emissione dell’ordine non sarà legata all’obbligatorietà della liquidazione fatture da parte degli enti (sospensione applicazione art. 3 comma 4 del DM 7/12/18.)

Di fatto quindi, dopo il 1° ottobre, sino alle nuove date d’obbligo, le procedure di ricezione ed evasione ordini rimarranno invariate rispetto a quelle oggi in essere nel rapporto tra singolo Ente e Fornitore.